Risonanza magnetica ad alto e basso campo: significato e differenze

Cosa cambia tra risonanza magnetica ad alto e basso campo e a cosa serve questo esame

La risonanza magnetica è uno degli esami di imaging diagnostico più importanti in tutta la medicina, poiché permette di valutare la condizione di molti organi, apparati e tessuti.

Un altro aspetto estremamente positivo della RMN (risonanza magnetica nucleare) è quello che non utilizza radiazioni ionizzanti, come RX o TAC per elaborare immagini, ma sfrutta i campi magnetici per visualizzare le strutture del corpo.

Tuttavia, si tratta di un processo altamente complesso che presenta molte peculiarità specifiche in base al tipo di esame che si vuole svolgere, al macchinario utilizzato e a seconda che si tratti di risonanza magnetica ad alto o basso campo.

Quest'ultima distinzione è la prima che salta agli occhi di un utente poco esperto in quanto è diventato di dominio pubblico affiancare alla parola RMN l’intensità di campo che viene espressa in Tesla (di solito per uso clinico da 0,2 Tesla a 3 Tesla). Tuttavia l’intensità di campo è solo uno dei parametri che ci consentono di definire la qualità di una apparecchiatura e non sempre direttamente proporzionato alla qualità delle immagini che una macchina riesce ad ottenere.

Vediamo, allora qual è la differenza tra risonanza magnetica ad alto e basso campo e quando è possibile utilizzare questa tecnica di imaging radiologico.

Come funziona una risonanza magnetica e cos’è il campo magnetico

Come anticipato, la risonanza magnetica è una particolare tecnica radiologica utilizzata per studiare il corpo umano e visualizzare immagini 3D dettagliate di organi interni, scheletro, tessuti e articolazioni.

Si tratta dello strumento di imaging diagnostico più utilizzato oggi nella medicina, assolutamente non invasivo e senza rischio, poiché il suo funzionamento sfrutta i campi magnetici piuttosto che le radiazioni ionizzanti.

Attraverso un grande magnete è possibile attivare dei campi magnetici che agiscono direttamente sui protoni dell'acqua presenti all'interno del corpo umano, allineandoli secondo la direzione del campo magnetico stesso (campo magnetico statico).

Attraverso degli impulsi di radiofrequenza emessi dai gradienti i protoni tendono a modificare la loro posizione iniziale imposta dal campo magnetico statico e questo movimento dei protoni porta alla liberazione di energia, che viene raccolta dal macchinario e inviata ad un computer in grado di tradurre questa energia in immagini. Tutto ciò è possibile grazie alla continua attivazione e disattivazione del campo magnetico (gradienti), che è anche responsabile del peculiare rumore che si sente all'interno del macchinario.

La potenza dei Gradienti si misura in milliTesla (mT) ed è il secondo parametro molto importante (meno noto ai non esperti della metodica) che consente di valutare la capacità di ottenere belle immagini da una apparecchiatura RMN. È come se il campo statico di una RMN fosse il parametro “cilindrata” di una automobile e i gradienti fossero i “cavalli”: ci sono automobili con cilindrata 3000 cc ma con pochi cavalli e poi ci sono le auto di Formula 1 che hanno cilindrata 1800 cc ma 700 cv di potenza. È estremamente riduttivo e inesatto giudicare la capacità di ottenere belle immagini diagnostiche di una RMN in base esclusivamente al campo magnetico statico.

Grazie alla RMN si possono ottenere immagini dettagliate di nervi, muscoli, vasi sanguigni, ossa e strutture scheletriche, che consentono di diagnosticare diverse condizioni tra cui:

  • Lesioni ischemiche o emorragiche dell’encefalo
  • Tumori in vari distretti anatomici
  • Lesioni tendinee o legamentose in sede articolare
  • Lesioni muscolari
  • Problematiche relative agli organi solidi dell’addome
  • Ernie e protrusioni discali del rachide
  • Patologie cardiocircolatorie
  • Lesioni ossee da impatto (termine che si usa in RMN per descrivere le fratture)

Questo elenco rappresenta solo un piccolo riassunto di tutte quelle condizioni che è possibile identificare attraverso una risonanza magnetica: tramite questo esame è infatti possibile visionare praticamente tutto l'organismo umano.

A seconda della necessità diagnostica e di altri fattori, è possibile scegliere tra risonanza magnetica ad alto e basso campo e usufruire della possibilità di eseguire esami meno stressanti per il paziente.

Differenze tra risonanza magnetica ad alto e basso campo

Fatta questa premessa necessaria sul funzionamento dei campi magnetici e sulle patologie individuabili attraverso questo esame radiologico, andiamo adesso a vedere che significa risonanza magnetica ad alto campo e a basso campo.

Quando si parla di campo, in riferimento alla RM, si intende l'intensità del campo magnetico statico che la macchina è in grado di generare.

Generalmente, un macchinario ad alto campo è in grado di produrre un campo magnetico statico superiore a 0,5 Tesla, che rappresenta l'unità di misura della intensità di campo magnetico. Al contrario, una risonanza a basso campo genera un flusso magnetico compreso tra 0,2 e 0,5 Tesla.

Come si traduce nella pratica questa differenza tra risonanza magnetica ad alto e basso campo?

Oltre alle evidenti differenze in campo diagnostico, la distinzione che il paziente coglie subito è di tipo strutturale:

  • La risonanza magnetica ad alto campo è la classica risonanza magnetica chiusa, costituita da una struttura a tubo che permette di concentrare gli impulsi di radiofrequenza in una determinata zona, massimizzando la definizione e la qualità delle immagini.
  • La risonanza magnetica a basso campo, invece, spesso coincide con quella che viene definita risonanza magnetica aperta, ovvero quella in cui il paziente non deve entrare all’interno di nessun tubo.

Questo aspetto è molto importante per vari fattori; anzitutto, il macchinario aperto è accessibile anche a persone che soffrono di claustrofobia, attacchi di panico, obesità o sovrappeso, facilitando molto l’esame. In secondo luogo, si tratta di un esame adatto anche ad anziani e bambini che potrebbero non tollerare il rumore forte emesso dal macchinario chiuso ad alto campo.

Sebbene l’intensità del campo magnetico sia minore, le risonanze a basso campo sono in grado di offrire immagini di alta qualità, specialmente nella ricerca di patologie articolari o del rachide. Per diversi motivi, legati direttamente alla intensità di campo e indirettamente alla velocità di acquisizione delle immagini, le risonanze a basso campo ovvero quelle aperte non sono utilizzabili per lo studio dell’encefalo e dell’addome per le quali è necessario utilizzare apparecchiature con campo magnetico statico pari almeno ad 1 Tesla.

Dove prenotare una risonanza magnetica a Roma?

Come detto, la risonanza magnetica è l’esame di imaging radiologico più diffuso in medicina e, grazie lo sviluppo di risonanze aperte a basso campo magnetico, può essere effettuato anche da persone che non possono sottoporsi all’esame tradizionale con macchinari chiusi.

Se anche tu hai la necessità di eseguire una risonanza magnetica, puoi affidarti alla Clinical Medical Consulting, che offre servizi di diagnostica per immagini di alta qualità eseguiti da personale qualificato con attrezzature all’avanguardia.

Il centro dispone di una risonanza magnetica aperta di ultima generazione, che garantisce una precisione e risoluzione delle immagini molto accurata, oltre che una migliore esperienza per il paziente. Inoltre, avrai la possibilità di prenotare l'esame online, scegliendo la data e l'orario che preferisci.

Ora che sai qual è la differenza tra risonanza magnetica ad alto e basso campo, contattaci per ricevere tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Centro radiologico a Roma Clinical Medical Consulting

RITIRO REFERTO
I referti possono essere visualizzati e stampati online. Le credenziali per l'accesso saranno fornite dal personale amministrativo al momento del pagamento del servizio.
REFERTO ONLINE
  • MOC femorale e lombare

    Da € 75 a € 60

    La MOC è un test per misurare la densità minerale ossea. Serve a diagnosticare o monitorare l'osteoporosi, che rende le ossa fragili. Da fare se a rischio. Non invasivo, basse radiazioni.
  • Ecografia Mammaria

    Da € 75 a € 56

    L'ecografia mammaria usa ultrasuoni per rilevare problemi nelle ghiandole mammarie, spesso per diagnosticare il cancro al seno.
  • Mammografia con Tomosintesi 3D

    Da € 130 a € 80

    La Tomosintesi 3D è una mammografia avanzata per il cancro al seno. Importante per diagnosi precoce. Consulta il medico per la frequenza.
  • Visita Senologica
    Ecografia Mammaria
    Mammografia con tomosintesi 3D

    Da € 180 a € 120

    La visita senologica è una visita specialistica per valutare la salute del seno. L'ecografia mammaria e la mammografia con tomosintesi 3D sono esami per rilevare problemi al seno. Importante per la diagnosi precoce del cancro al seno. Consulta il medico per la frequenza.
  • Tac Torace

    Da € 200 a € 120

    La TAC toracica è un'esame di imaging per il torace. Utile per diagnosticare problemi polmonari e cardiaci. Si fa su indicazione medica.
  • Angio Tac

    Da € 350 a € 180

    L'Angio-TAC è una procedura di imaging che usa la TAC e il contrasto per visualizzare i vasi sanguigni. Serve per diagnosticare problemi vascolari come ostruzioni o aneurismi in diverse parti del corpo. Si fa quando il medico lo ritiene necessario.
  • Total Body

    Da € 550 a € 280

    La Total Body Scan è una procedura di imaging avanzata che mostra immagini dettagliate di tutte le strutture del corpo. È importante farla solo quando c'è una ragione medica specifica, consulta sempre il tuo medico per una valutazione adeguata.
  • RM ATM

    Da € 200 a € 160

    La RM ATM è una scansione dell'articolazione temporo-mandibolare. È importante quando si ha dolore o problemi con questa area dell'articolazione della mascella. Viene eseguita quando il medico ritiene che sia necessaria per la diagnosi o il monitoraggio.
  • RM
    Colonna Vertebrale

    Da € 300 a € 240

    La RM della colonna vertebrale è un'esame di imaging che mostra dettagli della colonna vertebrale. Importante per diagnosticare problemi spinali come ernie o lesioni. Si fa quando il medico lo ritiene necessario.
  • Ecografia Mammaria

    Da € 70 a € 56

    L'ecografia mammaria utilizza ultrasuoni per creare immagini delle ghiandole mammarie. Importante per valutare problemi al seno, come masse o anomalie. Si fa quando il medico lo ritiene necessario.
  • Ecdoppler Arti Inferiori

    Da € 100 a € 80

    L'ecodoppler degli arti inferiori valuta la circolazione delle gambe. Utile per diagnosticare problemi vascolari. Si fa su indicazione medica.
  • Ecografia Addome Completo

    Da € 120 a € 96

    L'ecografia addominale è un esame con ultrasuoni per vedere gli organi nell'addome. Si fa su indicazione medica per diagnosticare condizioni come problemi al fegato o ai reni.
Cosa hanno detto di noi
Il passaparola è il motore trainante del nostro successo!
"Credo che il successo di questo centro sia l’aver compreso che un servizio di qualità non possa esimersi dal “trattare” i clienti non come numeri ma come persone."

Paola

"Studio Clinical Medical Consulting: 10 stelle! Competenza e disponibilità in ogni posizione. Segreteria accogliente e flessibile. Macchine avanzate per uno studio dentale ad alta definizione. Soddisfatta del trattamento e del supporto medico rapido e completo."

Maria

"È il punto di riferimento in zona, il personale è molto gentile, disponibile e professionale! Anche quando ho avuto un urgenza di fare una visita, mi hanno ricevuto in giornata!"

Anna

FAQ

Domande frequenti studio radiologico

Quali tecnologie all'avanguardia vengono utilizzate dallo studio per garantire diagnosi precise e tempestive?

Presso il nostro centro radiologico a Roma Eur, utilizziamo tecnologie all'avanguardia per garantire diagnosi accurate e tempestive. Queste tecnologie comprendono apparecchiature di imaging di ultima generazione e metodologie diagnostiche avanzate.

Che tipo di radiologia odontoiatrica digitale viene utilizzata nello studio?

Nel nostro studio radiologico a Roma, utilizziamo il cone beam, una tecnologia avanzata di radiologia odontoiatrica digitale. Questo metodo fornisce immagini tridimensionali ad alta risoluzione delle arcate dentarie, consentendo una diagnosi precisa e un piano di trattamento personalizzato.

Quali servizi offre Clinical Medical Consulting nel centro radiologico a Roma Eur?

Clinical Medical Consulting offre una vasta gamma di servizi specializzati, tra cui radiologia tradizionale, MOC-DEXA, centro senologico, cone beam (radiologia odontoiatrica digitale), TAC, risonanza magnetica, ecografia ed ecocolordoppler.

Quali sono i servizi offerti dal centro senologico di Clinical Medical Consulting?

Il centro senologico di Clinical Medical Consulting si occupa della diagnosi e del monitoraggio delle patologie mammarie. Offriamo esami di screening come la mammografia e l'ecografia mammaria, nonché consulenza specialistica per la prevenzione e la gestione delle malattie senologiche.

Cosa significa MOC-DEXA e quali benefici offre ai pazienti?

MOC-DEXA è un esame diagnostico che combina la densitometria ossea (DXA) con l'analisi della composizione corporea. Questo tipo di esame fornisce informazioni dettagliate sulla densità ossea e sulla distribuzione del tessuto adiposo e muscolare. Offre benefici importanti per la diagnosi precoce di osteoporosi e per valutare la composizione corporea.

Quali tipi di esami ecografici ed ecocolordoppler sono disponibili presso lo studio radiologico a Roma Clinical Medical Consulting?

Presso Clinical Medical Consulting, offriamo una vasta gamma di esami ecografici, compresi quelli addominali, ginecologici, cardiaci, muscoloscheletrici e vascolari. Inoltre, eseguiamo anche ecocolordoppler per lo studio dei flussi sanguigni e delle patologie vascolari. I nostri medici esperti utilizzano queste tecniche diagnostiche per fornire un'analisi accurata delle condizioni dei nostri pazienti.
Se non trovi la risposta che cerchi, contattaci e saremo felici di aiutarti!

Nome(Obbligatorio)
Email(Obbligatorio)
Hai delle domande? Non esitare a chiedere.
Presso il centro radiologico Clinical Medical Consulting di Roma (Via A. M. Lorgna, 30) troverai una sala d'attesa accogliente e, soprattutto, medici altamente qualificati e ambulatori all'avanguardia nelle principali branche specialistiche.
Lunedì 8:00AM - 20:00PM

Martedì 8:00AM - 20:00PM

Mercoledì 8:00AM - 20:00PM

Giovedì 8:00AM - 20:00PM

Venerdì 8:00AM - 20:00PM

Sabato 8:00AM - 20:00PM
Tel. 06.87642587Tel. 06.51531340Cell. 371.3102234
Prenota su Whatsapp
Via A. M. Lorgna, 30
CAP 00143 Roma
Tel: 06.87642587
Tel: 06.51531340
Tel: 371.3102234

Lun - Sab 8:00 - 20:00 

Diagnostica Clinical Medical Consulting
Clinical Medical Consulting è uno studio radiologico situato nel quartiere Eur di Roma. Offriamo una vasta gamma di servizi specializzati, tra cui radiologia tradizionale, MOC-DEXA, centro senologico, cone beam (radiologia odontoiatrica digitale), TAC, risonanza magnetica, ecografia ed ecocolordoppler. La nostra equipe altamente qualificata utilizza tecnologie all'avanguardia per fornire diagnosi accurate e tempestive ai nostri pazienti.
Ideato, progettato e realizzato con il ♥ by
Webmaster Roma
apartmentheartenvelopeusersphonemap-markerlaptopclockmagnifier
WhatsApp chat